Sponsor in fuga dallo sport di base

Condividi su...

Nel 2020 le aziende hanno investito in sponsorizzazioni (sport, cultura, spettacolo e sociale) il 36% in meno rispetto al 2019.

Il dato molto preoccupante emerge, come ha scritto qualche settimana fa “Repubblica”, da un’accurata indagine della società di ricerca e consulenza Stage Up.

La crisi derivante dalla pandemia ha comportato una perdita secca di 500 milioni di euro.

Se si tornasse alla normalità, ipotesi per ora solo auspicata, saranno necessari almeno tre anni per “rivedere la luce”.

Molto spesso si fa l’errore di credere che quello delle sponsorizzazioni sia un problema che riguarda solo lo sport professionistico, le grandi società calcistiche che, comunque, dovrebbero un po’ ridimensionarsi contenendo costi fuori da ogni logica.

Nonostante le loro lamentazioni, i loro piagnistei, con gli eventi internazionali, soprattutto  con i diritti tv, con la “copertura” dei media, riescono ancora a sopravvivere.

Soffre, in maniera ben più drammatica, lo sport di base.

Decine di migliaia di piccole società sono veramente a rischio chiusura non potendo più contare su piccoli contributi di aziende a loro volta in crisi.

Se l’economia non riprende non riprenderà neppure lo sport.

Per molte ASD  è venuta a mancare anche la fonte di reddito, tutt’altro che residuale, dei biglietti venduti a botteghino  : l‘incidenza relativa di questa entrata  è chiaramente diversa per una Juventus o per  una squadra di basket  o volley che milita in campionati minori.

Da tempo molti auspicano il riconoscimento giuridico per le sponsorizzazioni con la possibilità di vere deduzioni fiscali per le aziende.

Giovanni Palazzi, amministratore delegato di Stage Up, intervistato da “Repubblica” dice che “nel prossimo futuro i grandi marchi spingeranno sempre più su temi come sostenibilità, reputazione, inclusione ed eguaglianza sociale.

La ripresa dopo il Covid sarà caratterizzata da espressioni come “nuovo rinascimento” ed “wellness”  : valorizzazione cioè del patrimonio culturale e dello sport come sinonimo del vivere bene grazie all’armonia di corpo e mente.

 


Condividi su...